Il Made in Italy è considerato come garanzia di qualità, sicurezza ed affidabilità.

Ma quanto è importante il “Made in”, ovvero il “Paese di origine”, nella forza di un brand? Quali sono i “Made in” più influenti a livello mondiale? Come questo concetto viene definito dai consumatori?

Lo studio svolto da FutureBrand risponde a queste domande, prendendo in considerazione 140 Paesi e consumatori provenienti da tutto il mondo.

I fattori maggiormente considerati dal consumatore nelle decisioni di acquisto sono, in ordine di importanza:

la sicurezza,
il Paese di origine,
il Paese di progettazione,
il Paese di produzione.
Fattori più tradizionali come prezzo, disponibilità e stile pare abbiano meno rilevanza.

I consumatori sono sempre più attenti nello scegliere i marchi in base al Paese d’origine. Il “Made in”, quindi, è un vero e proprio driver di scelta, a patto che sia autentico.

I fattori di successo del “Made in”

La forza del “Made in” è definita dalle performance che il Paese di origine è in grado di dimostrare. Quattro le aree strategiche:

Autenticità: produrre prodotti e servizi unici che si legano alla storia e alla geografia distintiva del Paese,
Differenziazione: distinguersi dai competitors per approccio ed eredità culturale,
Qualità degli standard: dimostrare competenze, sicurezza, eccellenza produttiva e trasparenza,
Competenza: essere identificato come il migliore in una categoria o aver creato un servizio distintivo e riconoscibile.
Se combinati tra loro, questi quattro fattori chiave possono rendere il “Made in” del Paese un potente motore di differenziazione per il marchio ad esso associato.

La classifica mondiale dei “Made in”

Il più forte e il più riconosciuto dai consumatori di tutto il mondo è il Made in USA, seguito da quello francese, tedesco e giapponese. Il Made in Italy risulta in quinta posizione a livello mondiale. Un ottimo risultato.

L’importanza e la forza del “Made in”, però, varia molto anche in base alle categorie di prodotti che si considerano. Infatti, il Made in Italy è il 4° più importante al mondo nel settore automobilistico (dopo Germania, Giappone e USA), mentre è in 3° posizione per i prodotti di lusso (dopo Svizzera e Francia). L’origine italiana riscuote successo anche in altri importanti settori, come la moda, l’alimentare, la cura della persona.

L’influenza svolta dal Made in Italy in questi differenti ambiti produttivi è un’ulteriore nota di successo. Infatti, la migliore reputazione di un “Made in” è strettamente connessa all’eccellenza che un Paese è in grado di dimostrare in più categorie di prodotti.