Internazionalizzazione d’impresa, ormai non si sente parlare d’altro!

Ma di cosa si tratta esattamente e come può aiutare la tua impresa a esplorare nuovi mercati competitivi? Stai tranquillo, non è nulla di cui aver paura, smetti di scuotere la testa e preparati ad ampliare la tua area di comfort. L’internazionalizzazione ti permette di espandere i tuoi confini: da oggi la tua impresa non avrà più limiti.

Esistono tante strategie che ti permettono di sfruttare al meglio i vantaggi dell’internazionalizzazione. Ecco perchè oggi vogliamo darti qualche consiglio utile per la tua azienda, raccontandoti qualche caso di successo di imprese che oggi sono dei grandi colossi.

Cosa si intende per internazionalizzazione
Immagina il percorso della tua azienda come una scala infinita da percorrere. Sei tu a scegliere a quale gradino fermarti: puoi decidere di farlo ai primi gradini, oppure continuare a percorrerla fino alla fine. Ecco l’internazionalizzazione è uno dei gradini fondamentali della scala, un passo indispensabile per le aziende innovative sempre alla ricerca di nuove sfide.

Una sfida che permette all’impresa di restare sempre al passo con i tempi, riuscendo a confrontarsi con realtà anche molto diverse da quella a cui è abituata.

Nel corso della nostra esperienza, ci è capitato spesso di trovarci davanti a imprenditori stanchi di confrontarsi sempre con i soliti competitors e desiderosi di trovare nuove opportunità per il proprio business. In questi casi l’internalizzazione si rivela la scelta migliore da fare!

Metterla in pratica non è semplice, ma con un po’ di determinazione e il team giusto al tuo fianco, tutto è possibile!

In un precedente articolo ti abbiamo raccontato nello specifico cosa si intende per internazionalizzazione d’impresa, analizzando i principali rischi che si possono incontrare in ogni fase del percorso.

Vediamo alcuni esempi di imprese rinomate che hanno raggiunto il successo grazie a strategie di internazionalizzazione studiate alla perfezione.

3 casi di successo: strategie di internazionalizzazione
L’obiettivo di questo articolo è quello di fornirti qualche esempio pratico di come l’internazionalizzazione si rivela spesso la soluzione migliore per ogni realtà imprenditoriale. Infatti, stiamo per raccontarti la storia di colossi internazionali, che hanno saputo sfruttare al meglio le nuove opportunità di business.

Anche in Sardegna esistono realtà aziendali che hanno deciso di fare il grande passo e avvicinarsi ai mercati esteri. Tra questi possiamo nominare Cellino, che esporta i suoi prodotti in tutto il Sud America, oppure il caso di Alimenta, che esporta il latte ovino prodotto in Sardegna in tutta la Cina.

Ma oggi vogliamo parlarti di aziende già fortemente consolidate nell’esportazione dei prodotti in mercati esteri. In particolare:

Coca-Cola: un marchio conosciuto in tutto il mondo. In pochi sanno che la Coca-Cola nasce come sciroppo, inventato da un farmacista americano, utilizzato come rimedio per il mal di testa e contro la stanchezza. Dal suo esordio ne ha fatta di strada e grazie alle ottime strategie di comunicazione, oggi rappresenta un marchio distintivo ricco di valori riconosciuti in ogni parte del globo. Certamente tutto questo non sarebbe stato possibile se l’azienda non avesse deciso di esplorare i mercati d’oltreoceano.
McDonald’s: amato, odiato e molto discusso! Certo è che anche in questo caso, ci riferiamo a un marchio molto conosciuto. Oggi è considerato come il leader a livello mondiale del settore fast-food, contribuendo alla nascita di un nuovo modo di concepire il pausa pranzo. In un momento in cui la vita lavorativa diventava sempre più frenetica e i lavoratori avevano sempre meno tempo da dedicare al pranzo, McDonald’s ha saputo sfruttare al meglio queste nuove esigenze del mercato!
Unilever: azienda leader nella produzione di gelati confezionati, ha concepito le strategie di internazionalizzazione in modo differente rispetto alle altre due aziende. Unilever ha deciso di acquistare grandi aziende produttrici di gelati nelle diverse parti del mondo, mantenendo intatto il nome del brand ma modificando il logo. In questo modo è riuscita a sfruttare il sistema dei valori già molto forte in ogni mercato estero.